Klondike Fever


RTP
95.05%

Volatilità
BASSO

4 giocate
Riporta un problema
Klondike Fever

Klondike Fever

Il Klondike non è un mondo con cui gli italiani sono molto familiare, sempre che non si parli di corsa all’oro. In Italia il mito del Klondike e della sua ricchezza del metallo nobile ci è arrivata grazie alle vicissitudini Disney del caro e vecchio Paperon de Paperoni. Il papero più ricco del mondo, infatti, ha costruito la sua fortuna scavando oro nel Klondike e spesso si perde a ricordare i tempi più duri ma semplici in quella fredda terra.

Oggi, grazie alla Capecod e la sua slot Fever Klondike (letteralmente Febbre del Klondike facendo riferimento alle Febbre dell’Oro), possiamo provare le stesse emozioni scavando il nostro primo quintale d’oro e tentando la fortuna tramite questo titolo online.

In questa breve recensione andremo quindi a scoprire tutti gli aspetti che compongono questa slot della Capecod.

Fever Klondike: l’aspetto grafico

Cominciamo con l’analizzare la componente visiva di questa slot: veniamo calati all’interno di una miniera, come è lecito presupporre dallo sfondo della schermata di gioco. I vari simboli che vanno a combinarsi all’interno della griglia fanno riferimento al mondo minerario. Troviamo i tre protagonisti così come barili di polvere da sparo, candelotti di dinamite, pepite d’oro e picconi.

Lo stile grafico dei simboli è vicino allo stile 3D ma al contrario di altre slot, questi simboli sono stati disegnati con buon gusto e soprattutto sono coerenti l’uno con l’altro. L’unico appunto che possiamo fare è che i simboli vengono animati a seguito di una combinazione vincente e diventano così sfuocati.

Non c’è musica di sottofondo e quando i rulli ruotano su loro stessi si ha l’impressione di sentir passare un vagone minerario, il che aiuta ancor di più l’immersione senza stancare il giocatore con una musica stressante.

In fin dei conti ci troviamo quindi di fronte a una slot di buon gusto, andiamo a vedere come si comporta da un punto di vista meccanico.

Fever Klondike: meccaniche di gioco

Spostiamo quindi l’attenzione sul vero e proprio gioco. L’RTP pari a 95% e la griglia di gioco 5*3 ci fanno immediatamente capire che stiamo giocando a una slot della Capecod, in quanto questa casa di sviluppo tende a seguire un modello abbastanza preciso per tutti i suoi titoli.

Questa uniformità ci permette però di ambientarci immediatamente nell’approcciarci a un nuovo titolo, riducendo il tempo (e i soldi) necessario per fare pratica prima di partire con il gioco vero e proprio.

Parliamo di venticinque linee di vincita lungo le quali si vanno a disporre le varie combinazioni. Tra queste, troviamo il simbolo Wild rappresentato dall’insieme di esplosivi che può sostituire tutti gli altri simboli normali in gioco e il simbolo Scatter, rappresentato da una borsa di monete, che dà accesso ai giri gratuiti.

In quest’ultimo caso, si possono ottenere da un minimo di 5 giri a un massimo di venti giri gratuiti. I lingotti danno accesso a un’ulteriore modalità free spin, chiamata Magic Spin, in cui vengono distribuiti dei simboli speciali.

Infine troviamo il Bonus miniera in cui sarà possibile avere tre tentativi per ricevere delle vincite causali.

Un sacco di funzioni speciali, quindi, per noi che cerchiamo la fortuna nel Klondike.

Slot simili a Fever Klondike

Come è lecito aspettarsi, l’oro regna sovrano nel mondo delle slot online in tutte le sue sfumature. Vogliamo un approccio orientale? Possiamo provare Golden Offer della Red Tiger Gaming o, per un approccio più industriale, Liquid Gold della Microgaming.


Scorri verso l’alto...