I bonus di benvenuto, il miglior modo per farsi conoscere

I bonus di benvenuto, il miglior modo per farsi conoscere

Notizie ITA

Da quando è entrato in vigore il divieto di pubblicità del gioco, nel 2018, i bonus sono diventati il principale modo che i casinò online hanno per attirare l’attenzione dei giocatori. In questo modo i casinò online hanno modo di far conoscere la propria hall virtuale. E di attrarre nuovi giocatori che magari non avevano alcun motivo per lasciare i tavoli su cui hanno sempre puntato per cercare qualcosa di nuovo. E questo vale soprattutto per quegli operatori che fanno per la prima volta ingresso nel mercato italiano.

 

Un modo per farsi conoscere

Del resto se guardiamo i dati di mercato degli ultimi anni, appare evidente che il divieto di pubblicità ha ingessato il mercato. Ha drasticamente limitato la concorrenza tra gli operatori. Ma poi non ha frenato l’espansione del gioco online. E probabilmente non ha nemmeno tenuto lontane le persone che fino a quel momento non avevano mai aperto un conto di gioco. Il problema insomma per gli operatori è diventato farsi conoscere, in alcuni casi addirittura far sapere che esistono.

 

Tra bonus di benvenuto, cash back e free roll

Il bonus più diffuso di conseguenza è quello di benvenuto. In sostanza l’operatore accoglie il giocatore che apre un nuovo conto regalandogli delle giocate gratuite, o in alcuni casi anche dei soldi. Ovviamente in quest’ultimo caso, il giocatore non può prelevare quei soldi, può solo servirsene per piazzare delle puntate.

Alcuni operatori offrono addirittura i bonus senza deposito. Vale a dire che il giocatore non deve trasferire nemmeno un centesimo sul conto, appena lo apre si trova un tot di soldi da puntare. Nella maggior parte dei casi però i bonus sono del 100%, il giocatore riceve una somma pari al primo deposito che effettua. C’è un tetto massimo, ma gli operatori più generosi arrivano anche a mille euro.

 

Anche i vecchi giocatori vanno gratificati

Poi ovviamente sorge il problema di conservare il giocatore. Di evitare che effettui il primo accredito per incassare il bonus, piazzi le giocate, riscuota le vincite.. e poi migri altrove attratto da altri bonus. In questo caso ovviamente gli operatori cercano di migliorare costantemente la propria offerta e di introdurre giochi nuovi per mantenere alta l’attenzione.

Ma poi, riconoscono di tanto in tanto dei bonus anche ai vecchi giocatori. Magari si tratta di qualche free spin, o di un cash back sulle somme che hanno perso. O per i conti che non vengono movimentati da un po’, possono arrivare anche dei bonus 100% per stimolare un nuovo accredito.

 

Nessun problema con il divieto di pubblicità

A volte queste prassi hanno causato disappunto, soprattutto all’estero qualcuno vorrebbe assestare un giro di vite ai bonus troppo generosi. In Italia, il problema maggiore potrebbe essere il divieto di pubblicità. Il Tar Lazio sembra però aver confermato – almeno implicitamente – che le comunicazioni sui bonus sono in linea di massima legittime. Devono però essere fatte su siti dedicati e in contesti specifici, e soprattutto non esaltano troppo il carattere dell’offerta. A quel punto sono comunicazioni che si limitano fornire informazioni sull’offerta che propone la compagnia.

Gioel Rigido
Articolo di: