Il Casinò di Sanremo torna a splendere. Il 2022 vale 43mln

Il Casinò di Sanremo torna a splendere. Il 2022 vale 43mln

Notizie ITA

Il Casinò di Sanremo chiude il bilancio del 2022 con un netto rialzo. Gli incassi raggiungono infatti i 43 milioni e 523.009 euro, praticamente il doppio dei 22 milioni circa conseguiti nel 2021. Ma soprattutto la casa da gioco ligure torna ai livelli  del 2019, quando aveva raggiunto i 44,4 milioni di ricavi. Un risultato niente affatto scontato.

Il flusso dei visitatori infatti, nei primi quattro mesi dello scorso anno, purtroppo non è stato costante. E chiaramente le performance dei tavoli da gioco ne hanno risentito fortemente. Solo a primavera inoltrata, le attività sono riprese a pieno regime. Ma questo lascia pensare che – se avesse potuto mantenere lo stesso trend per tutto l’anno – il casinò avrebbe ottenuto un risultato addirittura migliore. Comunque è un buon auspicio per l’anno appena iniziato.

Dalle slot l’80% dei ricavi, ma i giochi americani crescono del 300%

Le slot machine si confermano il gioco di maggior successo, hanno garantito infatti ricavi per oltre 34,3 milioni, quasi l’80% del dato complessivo. Anche in questo caso si tratta di un volume doppio rispetto a quello del 2021. Considerando solo i premi sopra i 5mila euro, i giochi a rulli hanno distribuito vincite per circa 6 milioni. I giochi tradizionali invece si sono attestati a poco meno di 9,2 milioni di euro.

Per alcuni giochi da tavolo in particolare, la casa da gioco ha deciso di rimodulare l’offerta sulla base della domanda. La roulette francese ad esempio è stata aperta solo nei fine settimana e nei periodi di massima affluenza. Queste strategie commerciali comunque hanno permesso di raggiungere ottimi risultati di crescita contenendo i costi.

Considerando solo i primi 10 mesi dell’anno, i ricavi giochi francesi hanno messo a segno una crescita attorno al 60%, quelli dei giochi americani invece sono pressoché quadruplicati, i ricavi del poker è quasi triplicati. E anche qui il bilancio dell’intero anno è destinato a crescere. Stesso discorso per le presenze, in dieci mesi la casa da gioco ha accolto quasi 150mila visitatori, più del doppio dello stesso periodo 2021.

Nonostante la crisi energetica, Sanremo non spegne le luci

Sempre per quanto riguarda il contenimento dei costi, con la crisi energetica in corso, la casa da gioco ha anche dovuto fronteggiare il caro-bolletta. Il casinò stima che il conto energetico dell’anno sfiorerà i 2,4 milioni di euro, circa il triplo dell’anno precedente. La casa da gioco si è ad esempio dotata di un sistema di monitoraggio dei consumi. Ma ha deciso di non rinunciare all’illuminazione coreografica della facciata durante le feste natalizie e il Festival della canzone italiana. Anche per non privare la cittadina ligure di uno dei suoi biglietti da visita.

Gioel Rigido
Articolo di: